La Slittovia del Panzer

Alla scoperta della storia dello sci sull’Alpe Tognola

La storica Slittovia

I ruderi attualmente visibili in prossimità del Balcone sulle Dolomiti UNESCO, a pochi passi dall’arrivo della Cabinovia Tognola, appartengono allo storico rifugio Tognola ed alla stazione di arrivo della vecchia slittovia, fatta costruire nel 1937 dal signor Herman Panzer, albergatore a San Martino di Castrozza.

La slittovia partiva circa 200 metri a nord dell’attuale stazione a valle della Cabinovia Tognola per arrivare fin qui, vicino al rifugio, alla base di questo terrazzamento artificiale. Poco dopo lo scoppio della guerra il servizio viene sospeso per essere riattivato dai tedeschi nel settembre del 1943 con l’intento di offrire svago alla proprie truppe. I soldati approfittarono però dell’occasione per farsi del male, quel tanto che bastava per non tornare al fronte.

Al termine della guerra l’impianto e il rifugio vennero abbandonati per essere sostituiti, nel 1959, con una nuova cabinovia e un nuovo rifugio, fatti costruire dall’imprenditore Walter Ghezzi.

Clicca qui per visualizzare il filmato storico dell’Istituto Luce

Il sentiero del Panzer

Il sentiero del Panzer prende il nome da una famiglia molto importante per la storia di San Martino: la famiglia Panzer, di origine tedesca, che nei primi anni del dopoguerra acquistò e ampliò l’Hotel Dolomiti edificando poi in un secondo momento il primo impianto di risalita di San Martino, la celeberrima “Slittovia del panzer”. La slittovia del Panzer fu il primo impianto di risalita di San Martino e uno dei primi in tutto l’arco alpino, garantendo così a San Martino un futuro turistico anche come località invernale.

Ma il sentiero è anche un viaggio nella natura in tutta la sua meraviglia: lungo il percorso sono collocati infatti degli animali che rappresentano gran parte delle specie che vivono nella zona, con apposite tabelle di approfondimento dedicate. Senza quasi accorgersene, scendendo si cammina tra boschi incontaminati, dove le montagne fanno capolino tra le cime degli abeti come volessero giocare a nascondino, ma mostrandosi in ogni scorcio in tutta la loro maestosità.

Il sentiero è adatto, grazie alle sua caratteristiche, anche agli escursionisti meno esperti scendendo gradualmente con dolci curve verso valle senza affaticare troppo le gambe, così da poter godere appieno del panorama e della natura che ci circondano.

VISITA IL NOSTRO SHOP ONLINE

Buoni regalo, pacchetti completi, biglietti per saltare la coda alla cassa e raggiungere l’Alpe Tognola senza perdere minuti preziosi durante la tua giornata sulla neve, pacchetti vacanza all-inclusive ad un prezzo davvero speciale: scopri tutto quello che puoi acquistare comodamente da casa sul nostro negozio online!